Detersivi ecologici alla spina: ecco come riconoscerli

  • Home
  • Blog
  • Detersivi ecologici alla spina: ecco come riconoscerli
INSTAGRAM-POST-branding

Se hai sentito parlare di detersivi ecologici alla spina ma non sai esattamente cosa siano e come fare a riconoscerli, noi di Meglio Sfuso possiamo darti qualche dritta a riguardo. 

Quando si parla di detersivi alla spina si possono presentare due casi: il nostro interlocutore non ne ha mai sentito parlare e quindi resta un po’ perplesso all’idea, se non addirittura scettico, oppure ne ha sentito parlare e anzi, li utilizza con regolarità. 

C’è anche una terza categoria di persone, però, ovvero coloro che non hanno ancora provato un detersivo alla spina ma che vorrebbero saperne di più. L’attenzione all’ambiente e all’inquinamento, oggi più che mai, sono un tema centrale nella vita di tutti i giorni e ognuno di noi può e deve fare qualcosa per migliorare la situazione.

Uno dei maggiori inquinanti che viene utilizzato ogni giorno in tutte le case è proprio il detersivo, in particolare le confezioni in cui è contenuto. Ecco perché rivolgersi ad un negozio di detersivi alla spina, come Meglio Sfuso, può essere un’ottima soluzione, in quanto è possibile annullare l’impatto ecologico della confezione.

Con i detersivi sfusi, alla spina per l’appunto, si va infatti a risparmiare moltissima plastica in quanto il contenitore è sempre lo stesso e lo si riutilizza ogni volta che ci si reca a prendere altro detersivo. In questo modo non soltanto si fa qualcosa di buono per l’ambiente, ma si risparmia anche dal 30 al 40% del costo totale, in quanto viene meno il costo del contenitore ad ogni acquisto, come invece avviene per i detersivi al supermercato.

Ma come si riconosce un detersivo ecologico alla spina di qualità ed efficace allo stesso tempo? Scopriamolo subito insieme.

Come riconoscere i detersivi alla spina ecologici

Ci sono molti dettagli da cui si può capire se un detersivo è davvero ecologico e green. Uno degli aiuti fondamentali nella scelta viene sicuramente dal saper leggere l’etichetta, ma anche dal saper riconoscere le certificazioni. Infatti, di solito, i marchi che producono detersivi ecologici si dotano di certificati riconosciuti e pertanto sono obbligati a sottostare a determinate regole.

Quando queste regole sono rispettate il rivenditore stesso espone questi riconoscimenti in bella vista; quindi, bisogna farsi qualche domanda in più qualora questi non ci fossero. Inoltre molto importante è anche cercare gli ingredienti dei detersivi che si stanno acquistando. 

Infatti è proprio in base a questi che un detersivo può essere considerato ecologico o meno. Esiste infatti un indice specifico, detto Vcdtox, ovvero il volume critico di tossicità della dose di prodotto. Con questo indice si misura, nella pratica, se il prodotto è eco o no andando a vedere qual è la quantità di acqua necessaria a rendere la dose di detersivo innocua per l’ambiente.

Per farsi un’idea della differenza, basti pensare che per un detersivo classico occorrono 280 mila litri di acqua, mentre per un detersivo ecologico 55 mila. Una differenza molto importante, dunque. Per quanto riguarda invece i componenti che assolutamente non possono essere presenti i Tripolifosfati

Nei detersivi o saponi sfusi troveremo invece:

  • Profumi naturali e sintetici, provenienti quindi da erbe aromatiche come ad esempio la lavanda e molte altre.
  • Oli essenziali.
  • Maggioranza di Tensioattivi provenienti da materiali vegetali. Tali tensioattivi sono infatti in grado di autodistruggersi anche in ambienti in cui non c’è molto ossigeno. Se questi componenti non rispettano questi standard il detersivo non può assolutamente essere definito ecologico.
  • Ingredienti smacchianti ecocompatibili 
  • Contenitore prodotto riutilizzabile

Scegliendo questo tipo di prodotti si fa bene all’ambiente più di quanto si possa immaginare. Infatti, innanzitutto si riducono i rifiuti, eliminando i contenitori di plastica che hanno da sempre un enorme impatto ambientale. 

Si riducono inoltre anche gli agenti chimici che finiscono nelle acque reflue, nei fiumi e nei mari, già purtroppo fortemente inquinati. In più si ottiene risparmio idrico, riduzione della produzione di anidride carbonica derivante dai processi produttivi dei detersivi tradizionali e si riducono perfino reazioni cutanee avverse come allergie e dermatiti.

Ciò che si guadagna scegliendo dei detersivi ecologici alla spina, invece, è il rispetto dell’ambiente, l’alta qualità del prodotto e un rilevante risparmio a lungo termine.

vuoi maggiori informazioni?

Hai bisogno di maggiori informazioni o sei interessato a vendere i nostri prodotti?

I migliori prodotti per la Sicurezza!

Scopri la nuova linea di detergenti per l’emergenza Covid-19.

Scopri la nuova linea di detergenti per l’emergenza Covid-19.